Quel bacio

 

Tutto iniziò quel giorno

e non fu un caso

che innanzi

a te

mi sono fermato.

 

Quello che ricordo

è il tuo sorriso nel vedermi

e senza curarti che potessi bagnarti

con la pioggia

mi hai voluto assaporare.

 

Un bacio

è ciò

che hai voluto gustare

da me

dall’uomo

 inzuppato da un temporale.

 

Quel bacio

che immensamente hanno voluto

le tue profumate labbra

con quell’acqua

che aromatizzava la tua bocca.

 

Un bacio cercato

con passione

e una infinita liberazione

tra il diluvio dei sensi

e il catturare

di quei magici momenti.

 

Un bacio

e tutto il resto si è fermato.

Come la pioggia che non ha più bagnato

ha solo fatto quello che tu nuvola

gli hai ordinato di fare …

incollare le tue labbra nell’eterno provare.

 

Quel bacio

e ti ho sentita nella grazia Divina

annullata tra le gocce di rugiada

e quei beati sogni

che abbracciavi da bambina.

 

Un bacio

e hai volato nel tuo regno incantato

da quel momento

che mi hai desiderato.

 

Quel bacio

è ciò che ha stipato

il mio cuore affamato di una donna speciale

che nella pioggia

mi ha stregato in un rito sensuale

con la sua anima persa nel baciare.

 

Quel bacio

e quel destino infame

si è cancellato

tra le delizie dei tuoi sapori

e il ritorno del pulsare

del mio cuore ad … Amare.

robertoantonio@ucuntadin.com

                                                                    Roberto Antonio

HTML Comment Box is loading comments...

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge. Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo contattami robertoantonio@ucuntadin.com